24 Feb 2018

FATTURAZIONE ELETTRONICA – Art. 1, commi 909, 916, 917

Inviato da segreteria

L’obbligo di fatturazione elettronica sarà dapprima introdotto per le cessioni di benzina o di gasolio destinati ad essere utilizzati come carburanti per motori e per le prestazioni rese da soggetti subappaltatori nei confronti dell’appaltatore principale nel quadro di un contratto di appalto di lavori, servizi o forniture stipulato con una amministrazione pubblica. L’obbligo di fatturazione elettronica sarà successivamente esteso a tutte le cessioni di beni e prestazioni di servizi tra imprese e verso i consumatori finali. Le fatture elettroniche saranno veicolate attraverso il Sistema di Interscambio (SdI), gestito dall’Agenzia delle Entrate, attualmente in uso per la fatturazione elettronica nei confronti della pubblica Amministrazione. Sono esonerati dall’obbligo di fatturazione elettronica i soggetti che rientrano nel cosiddetto “regime di vantaggio” di cui all’articolo 27, commi 1 e 2, del decreto-legge 6 luglio 2011, n. 98 e quelli che applicano il regime forfettario di cui all’art. 1, commi 54 a 89, della legge 23 dicembre 2014, n. 190. A seguito dell’introduzione della fatturazione elettronica, è prevista l’abrogazione della carta carburante di cui all'articolo 2 della legge 21 febbraio 1977, n. 31; parimenti, è prevista l’abrogazione, a partire dal 1° gennaio 2019 l'articolo 21 del decreto-legge 31 maggio 2010, n. 78, convertito, con modificazioni, dalla legge 30 luglio 2010, n. 12. Per i soggetti passivi dell'IVA esercenti arti e professioni e per le imprese ammesse al regime di contabilità semplificata sono previste ulteriori semplificazioni contabili e amministrative, che saranno disciplinate da un provvedimento del direttore dell’Agenzia delle entrate. Per i soggetti sopra indicati, infine, viene meno l'obbligo di tenuta dei registri di cui agli articoli 23 e 25 del decreto del Presidente della Repubblica 26 ottobre 1972, n. 633. Aumentare la capacità dell’amministrazione di prevenire e contrastare efficacemente l’evasione fiscale e le frodi IVA, ed incentivare l’adempimento spontaneo. L’Agenzia delle entrate disporrà in tempo reale di tutte le informazioni contenute nelle fatture emesse e ricevute dagli operatori economici e potrà effettuare un controllo tempestivo e automatico della corrispondenza tra l’IVA dichiarata e pagata e le fatture emesse e ricevute. L’obbligo di fatturazione elettronica promuoverà la digitalizzazione e la semplificazione amministrativa, efficientando i processi gestionali delle imprese, rendendole più competitive e trasparenti.

I destinatari: Persone fisiche e persone giuridiche soggetti passivi IVA stabiliti nel territorio dello Stato.

Tempi: A partire dal 1° luglio 2018 la fatturazione elettronica sarà obbligatoria per: le cessioni di benzina o di gasolio destinati ad essere utilizzati come carburanti per motori;  le prestazioni rese da soggetti subappaltatori nei confronti dell’appaltatore principale nel quadro di un contratto di appalto di lavori, servizi o forniture stipulato con una amministrazione pubblica. Dal 1° gennaio 2019 l’obbligo sarà esteso a tutte le cessioni di beni e prestazioni di servizi tra imprese e verso i consumatori finali.

Lo studio ha messo a disposizione dei propri clienti gratuitamente PROFIS/FattureWeb; la nuova frontiera della fatturazione on line; il nostro tocco in più per dare tutta la qualità che da sempre Sistemi sa garantire, raggiungibile al seguente link: