Assegno Unico per i Figli: l'erogazione dal 1° luglio 2021

A partire dal 1° luglio 2021, pertanto, viene riconosciuto alle famiglie un assegno mensile per ciascun figlio a carico, quale beneficio economico attribuito progressivamente a tutti i nuclei familiari per un valore massimo di € 250. Gli obiettivi sono favorire la natalità, sostenere la genitorialità e promuovere l'occupazione, in particolare quella femminile.

Decreto sostegni

Il decreto in oggetto approvato in Consiglio dei Ministri il 19 marzo prevede contributi a fondo perduto per i titolari di partita IVA che svolgono attività d’impresa, arte o professione, nonché per gli enti non commerciali e del terzo settore, senza limitazione settoriale o classificazione delle attività economiche. Potranno presentarne richiesta i soggetti che abbiano subito perdite di fatturato, tra il 2019 e il 2020, pari ad almeno il 30% calcolato sul valore medio mensile.

Prestazioni a carattere sanitario esenti o non esenti IVA

Le prestazioni di carattere sanitario sono esenti ai fini IVA ai sensi dell’art. 10 del D.P.R. 633/72: "le prestazioni sanitarie di diagnosi, cura e riabilitazione rese alla persona nell'esercizio delle professioni e arti sanitarie soggette a vigilanza, ai sensi dell'articolo 99 del testo unico delle leggi sanitarie, approvato con Regio decreto 27 luglio 1934, n. 1265 (vedi allegato sotto), e successive modificazioni, ovvero individuate con decreto del Ministro della sanità, di concerto con il Ministro delle finanze”.

Bando per il sostegno ai pubblici esercizi di somministrazione di alimenti e bevande

Domande dal 20 gennaio al 17 febbraio 2021.

Sei titolare di un bar o un ristorante?
Hai avuto un calo di fatturato almeno del 20% tra il 1 novembre ed il 31 dicembre 2020 rispetto allo stesso periodo dell’anno prima?

Puoi ottenere dalla Regione Emilia-Romagna un contributo a fondo perduto (max 3.000 euro) che ti sarà erogato dalla Camera di Commercio.

Presenta per via telematica la domanda di contributo dal 20 gennaio al 17 febbraio 2021.

Assolvimento Imposta di bollo in modo virtuale

I contribuenti che emettono un numero rilevante di fatture cartacee con bollo, ad esempio i medici, psicologi ecc. hanno la possibilità di essere autorizzati dall'Agenzia delle Entrate all'assolvimento dell'Imposta di bollo in modo virtuale.

A partire dal 1° gennaio 2015, i contribuenti che hanno scelto di assolvere al pagamento dell’imposta di bollo in modo virtuale, devono presentare una dichiarazione consuntiva contenente il numero degli atti e documenti emessi nell’anno solare precedente, distinti per voce di tariffa, utilizzando l'apposito modello.

Fatture elettroniche: versamento bollo IV trimestre 2020

Il 20/01/2021 è in scadenza il versamento dell'imposta di bollo relativa alle fatture del IV trimestre 2020. L'adempimento interessa i soggetti che emettono fatture elettroniche soggette a imposta di bollo. Il versamento avviene con il Mod. F24 mediante il codice tributo: 2501 - Imposta di bollo su libri, registri ed altri documenti rilevanti ai fini tributari.

IVA: versamento acconto

Il 28/12/2020 è in scadenza il versamento dell'acconto IVA relativa all'anno 2020. I codici tributo da utilizzare sono:

  • 6013 per i contribuenti che effettuano la liquidazione mensile dell'IVA,
  • 6035 per i contribuenti che effettuano la liquidazione trimestrale.

IMU: versamento saldo

Il 16/12/2020 è in scadenza il versamento del saldo dell'imposta municipale propria (IMU). I Soggetti interessati sono i proprietari di beni immobili e titolari di diritti reali di godimento su fabbricati, terreni agricoli e aree fabbricabili.